Turismo InToscana
italiano english
Il convento della Croce di Anghiari

Un luogo storico ricco di religosità

Un luogo ricco di religiosità sul territorio di Anghiari è certamente il Borgo della Croce, un lungo rettilineo che collega la città con Sansepolcro, così chiamato perché nel 1224 San Francesco nel suo passaggio da La Verna ad Assisi vi piantò un’umile croce fatta di rami. Un religioso cattolico che ha lasciato il potere e la ricchezza per vivere nellla povertà, diffondendo i principi dell'ordine mendicante da lui fondato.

Nel luogo fu costruita una cappellina, che poi fu contornata da case e palazzi così fa formare il borgo. Alla morte del Santo, la presenza dei frati si fece più assidua nella zona così da creare un Ospizio per i frati. La grande devozione verso questa personalità si fece espressione nella conversione dell’ospedale in un convento per le suore di Santa Chiara, i lavori presero inizio nel 1499 per finire nel 1534.

La costruzione, dalla facciata elegante con arcate su colonne doriche, al suo interno ospita affreschi di pittori fiorentini  e il sepolcro dello storico Lorenzo Taglieschi a cui si deve la conoscenza della storia di Anghiari e dei suoi dintorni.

Booking
share
Potrebbe interessarti